Ventisette psichiatri hanno pubblicato un libro intitolato «The Dangerous Case of Donald Trump». Nel libro Trump viene descritto come edonista, narcisista, prepotente, disumano, bugiardo, misogino, paranoico, razzista, egocentrico, sfruttatore, antipatico, inaffidabile, arrogante, insensibile, delirante, e apertamente sadico.
Leggi tutto facendo click qui .

Il sistema monetario internazionale, come stabilito a Bretton Woods nel 1944, è diventato il più grande ostacolo alla pace e alla prosperità del mondo. Ora la Cina, sempre più sostenuta dalla Russia – le due grandi nazioni eurasiatiche – si sta adoperando per creare una valida alternativa allo strapotere del dollaro. Leggi tutto facendo click qui.

Perchè negli ultimi 35 anni, chi detiene l’uno per mille della ricchezza globale si è arricchito tanto quanto la metà più povera del mondo. Chi sono i dieci uomini più ricchi del pianeta.
Leggi tutto qui .

Il Bitcoin appare come moneta, ma dietro non ha niente che la garantisca davvero. L'opinione di Paolo Barnard la puoi conoscere facendo click qui .


Il trilemma di Rodrik. Guido Brera spiega che cos'è. Fai click qui.

Banche, non aprite quella porta. Le conseguenze di un bail-in su alcune banche a Nordest potrebbero essere nefaste. Fai click qui.

E così Brexit è avvenuta. Il Prof. Gustavlo Piga ci ricorda "da 5 anni ... ho cercato di spiegare ... come un’uscita di un primo “qualcuno” fosse sempre più vicina, e come questo evento era più che evitabile se solo lo si fosse voluto". Leggi tutto qui

SERVIZI -> Foto & Slide -> Il West route 66

Il percorso: SERVIZI -> Libri & Pubblicazioni -> Debito pubblico. Se non capisco, non pago. Fai un doppio click.

       
STAMPA
Lo scippo di Natale.

25 Dicembre. Ore 19 max 19,10. Sto aprendo il garage e sento una colpo forte e sordo. Esco dal garage e vedo, giù di mano, una utilitaria e una bicicletta a terra. Sono a Lugo centro, incrocio tra via G. Amendola e via G. Rocca. Mi avvicino, per capire che cosa sia accaduto. Il conducente della macchina è sceso e si dirige verso una figura asciutta. Questi armeggia per poter risalire sulla bicicletta. Una donna urla disperata: "Al Ladro ! Al ladro ! Mi hanno scippata !". Il conducente urla: "Fermati ! Fermati ! Dove vuoi andare !". Capisco. Ora è tutto chiaro. Mi affretto. Un attimo. Lui vede me. Io vedo lui. Abbandona la bicicletta che evidentemente è danneggiata. Ma corre molto più veloce di me.
Dopo circa 15 minuti sono sul posto due pattuglie dei Carabinieri.
Nell'attimo ho potuto notare il colore della pelle (magrebino), che era giovane e che non aveva i guanti.
26 Dicembre. Mattina. Fatta la cronaca ora è il momento di fare qualche riflessione. Queste sono, quindi, le considerazioni - di un semplice cittadino – fatte il giorno seguente. Le vorrei essere scevre da ogni possibile emozione e il più possibile razionali ed oggettive.
In primis. Spero in un gesto di solidarietà delle Istituzioni. Nulla vieta alle Istituzioni di manifestare la loro vicinanza alle varie categorie sociali, ai servitori dello Stato, ai malati, ai carcerati, ecc. È bene ringraziare tanti o alimentare la speranza in tutti. Però mi piacerebbe che le Istituzioni manifestassero la loro solidarietà “anche alle vittime”. Quale miglior gesto di far visita, od almeno di inviare due righe, a chi ha subito uno scippo proprio nel giorno di Natale?! Magari le Istituzioni, così agendo, avrebbero modo di prendere atto della portata del fenomeno “sicurezza pubbica”!
Poi una mia curiosità. La sera del giorno 21 dicembre c’era una persona, con la pelle di colore, che infastidiva chi si trovava sotto il Pavaglione. La sera del giorno 25 dicembre lo scippo in questione è stato perpetrato da una persona con la pelle di colore. La curiosità? Avevano entrambe una citybike fiammante. Forse il medesimo modello. Ammetto ho un (perfido) dubbio: che qualcuno abbia fatto loro un regalo natalizio anzi tempo. C’è qualche Amministratore che possa smentirmi ? Così ci mettiamo tutti il cuore in pace e possiamo credere che lo stock delle citybike sia frutto di un acquisto collettivo fatto con i sudati risparmi di alcuni “colorado” organizzati.
Terza ed ultima considerazione. Politiche dell’accoglienza, politiche dell’inserimento e politiche del respingimento. A molti può essere capitato di aver soccorso qualcuno in difficoltà. Se salvo la vita a qualcuno non mi pare un motivo valido perchè io me lo debba portare a casa e poi mantenere (parassitariamente) per il resto dei suoi giorni.
In un mondo di sfruttati e di sfruttatori la “guerra” non deve essere tra gli sfruttati. Ossia: perchè quelli un poco meno sfruttati debbono farsi carico di quelli certamente più sfruttati? Perchè debbo accettare di tagliare su previdenza, assistenza, sanità, scuola per soccorrere a tempo indeterminanto chi si trova nell’indigenza?
La Comunità lughese ha accolto altre Comunità. Queste si organizzino. Isolino e denuncino i “pesci marci”.
Ho rimarcato due circostanze:
- che lo scippatore non aveva guanti e, quindi, sulla bicicletta dovrebbero esserci anche le sue impronte;
- che lo scippatore avendo la possibilità di raggiungere il vicino Circondario è, invece, fuggito in direzione via Mazzini, ritornando quindi sul luogo dove aveva fatto lo scippo, via bene illuminata, e correndo a perdifiato (io ho dato presto il crollo, ma - a quella andatura - lui poteva resistere ancora per un centinaio di metri o poco più).
A volte basta un esempio per “far rigare diritti” tutti. Commetti un reato che merita del penale? Scontata la pena ti rispedisco immediatamente da dove provieni! Rientri clandestino? Un po’ di carcere su qualche isoletta remota ad imparare un mestiere, una lingua e, soprattutto, civiltà.


di Mario Paganini

SERVIZI
  • HOME
  • LINK
  • LINK IT
  • Foto & Slide
  • Libri & Pubblicazioni
  • Presentationi
  • Voltana On Line
  • Non ci sto
  • Compagni di Liceo


  • Alberto Bagnai torna su Byoblu, a cinque anni da “Ce lo Chiede l’Europa“, la prima storica intervista, e fa un’analisi lucida, fredda e spietata della società di oggi e di cosa ci aspetta, proseguendo su questa china.
    Per saperne di più fai click qui.

    Sono sedici anni che gli Stati Uniti sono in guerra in Medio Oriente e Nord Africa, spendendo trilioni, commettendo crimini di guerra e mandando milioni di rifugiati in Europa. Contemporaneamente Washington dice di non potersi permettere le obbligazioni di Social Security e Medicare o di non poter finanziare un servizio sanitario nazionale. Fai click
    qui

    Fukushima, facciamo il punto della sittuazione a quasi sette anni dall'incidente alla centrale nucleare. Per comprendere meglio, ecco che cosa ha scritto ROBERT HUNZIKER nel sito www.counterpunch.org. Trovi sia la Parte Prima che la Parte Seconda. Traduzione per www.comedonchisciotte.org a cura di GEA CAVOLI. Fai click qui.

    ” [...] proseguendo con le politiche di “austerità” e affidando il riequilibrio alle sole “riforme strutturali”, il destino dell’euro sarà segnato: l’esperienza della moneta unica si esaurirà, con ripercussioni sulla tenuta del mercato unico europeo. Emiliano Brancaccio propone il monito degli economisti pubblicato dal Financial Times qui.

    Il percorso: SERVIZI -> Libri & Pubblicazioni -> Debito Pubblico. Come uscirne senza strozzarci. Fai un doppio click.

    SERVIZI -> Foto & Slide -> Dubai 2a parte