www.mariopaganini.it mariopaganini@gmail.com



"Selected moments from the Event 201 pandemic tabletop exercise hosted by The Johns Hopkins Center for Health Security in partnership with the World Economic Forum and the Bill and Melinda Gates Foundation on October 18, 2019, in New York, NY. The exercise illustrated the pandemic preparedness efforts needed to diminish the large-scale economic and societal consequences of a severe pandemic." SOTTOTITOLI IN INGLESE. qui .

Selected moments from the Event 201 pandemic tabletop exercise hosted by The Johns Hopkins Center for Health Security in partnership with the World Economic Forum and the Bill and Melinda Gates Foundation on October 18, 2019, in New York, NY. The exercise illustrated the pandemic preparedness efforts needed to diminish the large-scale economic and societal consequences of a severe pandemic.
Edizione 2015 di TED. SOTTOTITOLI IN ITALIANO dell'intervento di Bill Gates. qui .

Il trilemma di Rodrik. Guido Brera spiega che cos'è. Fai click qui.

Banche, non aprite quella porta. Le conseguenze di un bail-in su alcune banche a Nordest potrebbero essere nefaste. Fai click qui.

Il percorso: cornice superiore -> fai click su PUBBLICAZIONI poi fai click, esempio -> Debito pubblico. Se non capisco, non pago.

Il percorso: cornice superiore -> fai click su FOTO -> poi fai click, esempio -> Il West route 66

HOME LINK LINK-IT Foto Pubblicazioni Presentationi Chi sono
Racconti
Poesie
Cittadino
Consumatore
Artisti
Mostre
Articoli
Documenti
STAMPA
Forzati a lavorare per più di quarant’anni.

Probabilmente non ce ne rendiamo conto, ma la crisi economica che stiamo vivendo non è la solita crisi, sembra invece essere una crisi di sistema.
Il nostro modello di sviluppo si fonda su un principio (erroneo): “tutto è infinito”. Se ciò può essere vero in Fisica, non è vero per quello che esiste sulla Terra. La Terra è come una navicella spaziale: enorme, ma con risorse limitate. Quindi tutto nella Terra è determinato e limitato nella sua quantità; magari è una quantità enorme, ma è pur sempre una quantità finita.
Dunque tutte le risorse, siano quelle ambientali o siano quelle umane, vanno gestite al meglio.
Anche la quantità di lavoro offerta e quella domandata sono determinate e limitate.
Eppure chi ha il compito di fare scelte, per il bene comune, continua ad ignorare quello che, invece, è ben chiaro e manifesto ad un numero sempre maggiore di persone.
L’approvvigionamento di energia a basso costo, in futuro, sarà sempre più problematico.
L’ambiente più che interagire sembra “reagire” all’azione umana e all’inquinamento derivante dalle esigenze e dai modi di vita e di produzione dell’ umanità.
L’innovazione tecnologica crea un numero di posti di lavoro inferiore ai posti di lavoro che fa scomparire.
Anche il lavoro, pertanto, diventerà presto una risorsa limitata e da dover condividere.
Veniamo all’Italia. I recenti provvedimenti del Governo non mi tranquillizzano. Seguono “vecchie” logiche e “vecchie” idee. Poi, quello che più mi lascia basito è che - ora - sembrano essere provvedimenti “condivisi”, in Parlamento, da tutti o quasi.
Forse è ancora presto. Di certo occorrerà attendere che il Prof. Mario Monti finisca di esporre e di proporre il suo progetto complessivo, ma le prime mosse sono all’insegna della continuità con il recente passato …
Oggi i lavoratori sostengono il peso di una Pubblica Amministrazione sempre più in affanno. Inoltre l’efficienza e l’efficacia del Fisco italiano non sono confrontabili con quello delle altre nazioni occidentali.
Per molto tempo in Italia si è “sognato” di poter fare a meno dell’industria e si è “pensato” di poter reggere la globalizzazione con l’intermediazione commerciale e/o finanziaria e con il turismo.
Ora ci stiamo scuotendo, ma non siamo ancora ben desti.
I lavoratori nei prossimi anni verseranno dei contributi per delle pensioni che si defileranno innanzi a loro e nel tempo. Non solo, ma saranno anche chiamati a pagare di più oggi, per ricevere di meno domani. Sono, dunque, i lavoratori che, per ora e di fatto, daranno un concreto aiuto alla riduzione del debito pubblico. Resta da vedere, poi, se le aziende potranno “reggere” la concorrenza quando - al loro interno - gli anziani risulteranno essere assai numerosi. Infine, molto spesso, in Italia, gli anziani, in ambito familiare, sono una risorsa. Le “famiglie giovani”, infatti, … attingono ai loro vecchi in vario modo. Però il procrastinare nel tempo l’uscita dal lavoro di alcuni, oltre a creare minori opportunità per gli altri, darà origine ad una qualità della vita e dei servizi inferiore a quella esistente.


di Mario Paganini

Che cosa ha detto Alberto Bagnai, al Senato, sul Piano Colao? Fai click qui.

"Chi è Bill Gates? Uno sviluppatore di software? Un uomo d'affari? Un filantropo? Un esperto di salute globale? Queste domande, una volta solo accademiche, stanno diventando un vero e proprio campo di studio per coloro che si stanno rendendo conto che la ricchezza inimmaginabile di Gates è stata utilizzata per ottenere il controllo su ogni angolo dei campi della salute pubblica, della ricerca medica e dello sviluppo dei vaccini". SOTTOTITOLI IN ITALIANO Italiano. Fonte: PANDORA TV
Per saperne di più fai click
qui.

"Lo “scienziato”, che supporta le tesi del Governo, è sempre uno scienziato preparato. Invece lo “scienziato”, che NON supporta le tesi del Governo, è sempre uno scienziato impreparato, incompetente, “in arterio”.
Quando un giornalista contesta le tesi del Governo, è sempre rimarcata l’incompetenza in materia del giornalista. Invece quando è un membro del Governo, incompetente in materia, che critica uno scienziato, si plaude l’incompetente e si deride lo scienziato."
Che cosa ha detto il filosofo e saggista, Diego Fusaro, a Radio Radio.
Per saperne di più fai click qui.

Il percorso: cornice superiore -> fai click su PUBBLICAZIONI poi fai click, esempio -> Debito Pubblico. Come uscirne senza strozzarci.

Il percorso: cornice superiore -> fai click su FOTO -> poi fai click, esempio -> Dubai 2a parte