www.mariopaganini.it mariopaganini@gmail.com


Il sistema monetario internazionale, come stabilito a Bretton Woods nel 1944, è diventato il più grande ostacolo alla pace e alla prosperità del mondo. Ora la Cina, sempre più sostenuta dalla Russia – le due grandi nazioni eurasiatiche – si sta adoperando per creare una valida alternativa allo strapotere del dollaro. Leggi tutto facendo click qui.

Quello appena varato non è un vero e proprio reddito di cittadinanza e non ci si può attendere molto da esso in termini di sviluppo.
E’ questo il parere di Emiliano Brancaccio qui .


Il trilemma di Rodrik. Guido Brera spiega che cos'è. Fai click qui.

Banche, non aprite quella porta. Le conseguenze di un bail-in su alcune banche a Nordest potrebbero essere nefaste. Fai click qui.

E così la Brexit è avvenuta. Il Prof. Gustavlo Piga ci ricorda "da 5 anni ... ho cercato di spiegare ... come un’uscita di un primo “qualcuno” fosse sempre più vicina, e come questo evento era più che evitabile se solo lo si fosse voluto". Leggi tutto qui

SERVIZI -> Foto & Slide -> Il West route 66

Il percorso: SERVIZI -> Libri & Pubblicazioni -> Debito pubblico. Se non capisco, non pago. Fai un doppio click.

HOME LINK LINK-IT Foto Pubblicazioni Presentationi Chi sono
Racconti
Poesie
Cittadino
Consumatore
Artisti
Mostre
Articoli
Documenti
STAMPA
DISGUSTOSI.

1 - I mass-media si abbandonano ad un "insano" allarmismo quando il differenziale, tra il rendimento dei titoli italiani e il rendimento degli equivalentie titoli tedeschi, aumenta.
Ma i mass-media non dedicano una parola quando il "mitico spread" si riduce e si stabilizza.
Cerca in Rete notizie sullo spread.
2 - I sindacati non si sono mobilitati
- contro la cosiddetta Legge Fornero e
- per il riconoscimento di un minimo salariale orario.
Invece, ora, i Sindacati minacciano di mobillitarsi contro un Governo che
- ha ridimensionato gli effetti della Legge Fornero
- valuta di riconoscere un minimo salariale (di euro nove per un'ora di lavoro).
Verifica in Rete la posizione ufficiale delle Organizzazioni Sindcali al riguardo.
3 - Con i soldi dei contribuenti e con una quota nella bolletta elettrica sono raccolti i fondi che poi vengono generosamente elargiti all'editoria e alla RAI TV. Una cultura di regime, sovvenzionata in maniera discutibile con i soldi di tutti, ci informa "che l'ultima tornata elettorale, per i ballottaggi alle amministrazioni locali, è finita con un pareggio".
Cerca in Rete chi ha conquistato una quarantina di amministrazioni locali e chi, invece, ne ha perse altrettante. Se questo è il risultato, valuta tu se può essere definito "un pareggio" !


di Mario Paganini
Alberto Bagnai torna su Byoblu, a cinque anni da “Ce lo Chiede l’Europa“, la prima storica intervista, e fa un’analisi lucida, fredda e spietata della società di oggi e di cosa ci aspetta, proseguendo su questa china.
Per saperne di più fai click qui.

Sono sedici anni che gli Stati Uniti sono in guerra in Medio Oriente e Nord Africa, spendendo trilioni, commettendo crimini di guerra e mandando milioni di rifugiati in Europa. Contemporaneamente Washington dice di non potersi permettere le obbligazioni di Social Security e Medicare o di non poter finanziare un servizio sanitario nazionale. Fai click
qui

"L’Italia è il terzo paese al mondo, dopo Usa e Germania, per riserve auree, con le sue 2.158 tonnellate di oro. [Poter] fare un misero deficit del 2,04%. Gli Stati Uniti [...] durante l’ultima crisi hanno fatto senza problemi un deficit del 13%". Così Fabio Dragoni, imprenditore e giornalista, vi presenta la nuova “banconota” che da settembre il Governo dovrebbe affiancare all’Euro. 70 miliardi di crediti di imposta che potranno iniziare a circolare esattamente come l’Euro, finendo diritti nell’economia reale e contribuendo ad aggirare le regole dell’austerity con le quali l’Europa chiude i rubinetti dell’Euro ai popoli sovrani. Per saperne di più fai click
qui.

Il percorso: SERVIZI -> Libri & Pubblicazioni -> Debito Pubblico. Come uscirne senza strozzarci. Fai un doppio click.

SERVIZI -> Foto & Slide -> Dubai 2a parte