Provaci ancora Elsa !

Elsa piangeva. Piangeva spesso.
La Fornero piangerÓ anche in futuro ?
L'ultima volta piangeva perchŔ, a suo dire, le riforme impopolari portano sempre il nome di una donna (ora, per le pensioni, fanno il suo nome; in precedenza, la "rimodulazione" del Servizio Sanitario Nazionale era evocata con il nome di Rosy Bindi), mentre mai era fatto l'elenco dei partiti che, in Parlamento, quelle riforme avevano voluto, sostenuto, approvato e attuato.
Adesso l'insigne studiosa ha focalizzato la sua attenzione sulle cosiddette "pensioni di reversibilitÓ".
Per Elsa le "pensioni di reversibilitÓ" disincentivano le persone dal ricercare un lavoro, od un lavoro "regolare".
Cara Elsa, ha mai guardato oltre l'orlo della sua prestigiosa cattedra universitaria ?
Io mi guardo attorno, non dispongo di ricerche mirate e neppure di rilevazioni statistiche specifiche, per˛ noto che le "pensioni di reversibilitÓ" sono percepite (prevalentemente) da donne (ben) oltre i cinquant'anni di etÓ. Difficilmente queste persone potrebbero ambire ad una ri-collocazione lavorativa dignitosa. Invece queste persone, certamente, senza le "pensioni di reversibilitÓ" finirebbero tra le persone indigenti.
Se Ŕ questo che vuole...
Ma, la prossima volta, ci risparmi le lacrime !
P.S. Elsa, quasi dimenticavo...
Noto che lei continua ad accanirsi contro lo Stato Sociale...
Domanda: avremo mai modo di udire una sua lezione o di leggere una sua pubblicazione sulle spese militari e sul loro continuo aumentare ?


di Mario Paganini